Tu sei qui: Home News Archivio Gli "ACCORDI" di CANCUN

Gli "ACCORDI" di CANCUN

Gli elementi più significativi del pacchetto includono:

 

  • il riconoscimento ufficiale nel processo multilaterale degli obiettivi di riduzione delle emissioni di gas serra dei Paesi industrializzati (promessi con l'Accordo di Copenaghen), accompagnato dal rafforzamento del reporting da parte di questi Paesi e la richiesta di valutare ed elaborare relativi piani e strategie di sviluppo a basse emissioni di carbonio, anche attraverso meccanismi di mercato;

 

  • il riconoscimento ufficiale delle azioni di mitigazione dei Paesi in via di sviluppo, l'istituzione di un registro per documentare e confrontare tali azioni con il supporto finanziario, tecnologico e di capacity-building fornito dai Paesi industrializzati, e la pubblicazione di un rapporto biennale delle azioni sottoposto ad analisi e consultazione internazionale;

 

  • il rafforzamento dei Meccanismi di sviluppo pulito (Clean Development Mechanisms - CDM) nell'ambito del Protocollo;

 

  • il lancio di una serie di iniziative e istituzioni a sostegno dei Paesi più vulnerabili;

 

  • il riconoscimento dell'impegno di 30 miliardi di USD per il finanziamento rapido ("fast start finance") entro il 2012, e dell'intenzione di mobilizzare 100 miliardi di USD all'anno entro il 2020 da parte dei Paesi industrializzati per sostenere le azioni di mitigazione e adattamento nei Paesi in via di sviluppo;

 

  • la creazione del "Green Climate Fund" e il lancio di un processo per definirlo nell'ambito della Convenzione;

 

  • l'istituzione di un quadro d'azione per l'adattamento ("Cancun Adaptation Framework"), di un Comitato per l'adattamento ("Adaptation Committee"), e di un programma di lavoro sulla questione delle perdite e dei danni dovuti ai cambiamenti climatici ("loss and damage");

  • l'istituzione di un meccanismo per il trasferimento tecnologico, con un relativo Comitato Esecutivo ("Technology Executive Committee"), un centro ed una rete per il coordinamento ("Climate Technology Centre and Network");

 

  • il rafforzamento del REDD+, ovvero delle azioni di mitigazione delle emissioni derivanti da deforestazione e degrado forestale e delle azioni di conservazione delle foreste nei Paesi in via di sviluppo, con l'adeguato supporto tecnologico e finanziario.
Contatti
topo_vw_novo.png
Paulo Lima
paulo@viracao.org

logoCNR.jpg
Francesca Alvisi
f.alvisi@ismar.cnr.it

LogoMDPHD.png
Nina Taarabit
nina.taarabit@mondepluriel.org

Seguici anche su Facebook!

 

e sul sito web europeo LTCP!

« agosto 2019 »
agosto
lumamegivesado
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031
Enti Patrocinatori

Il progetto europeo Prendiamoci Cura del Pianeta esiste grazie al supporto morale e finanziario di molti partner.
Oltre a quelli qui presentati, ogni paese partecipante ha i propri partner nazionali.

In Italia è patrocinato dal CNR.